Tre consigli utili per aprire un centro di allenamento funzionale

fitness_boutique

A cura di Francesco Perticari, Project Development Specialist di Xenios USA e Business Coach

Da quando collaboro con Xenios USA, l’azienda con la quale sto portando avanti un ambizioso progetto nel fitness, ho incontrato molte persone intenzionate a investire nel settore, anche in questi tempi di pandemia. Soprattutto ho parlato con ragazzi intraprendenti, desiderosi di buttarsi nella mischia, di provarci, mettendosi in gioco in prima persona.

Lontani sono i tempi nei quali l’apertura di un centro d’allenamento funzionale rappresentava una novità assoluta. Quello che fino a qualche anno fa era il futuro del fitness, ora è attualità e si manifesta con la richiesta di materiale e attrezzatura idonea alle Functional Boutique: spazi di piccole e medie dimensioni dedicati prevalentemente a tenere in forma le persone attraverso l’allenamento funzionale.

Tra le decine di colloqui che ho fatto, mi hanno colpito in particolare tre atteggiamenti che possono ostacolare il successo di questo tipo di attività e con questo post voglio rilevarli per aiutare tutte le persone che si stanno approcciando a questo business.

Se tu rientri in questa categoria, o semplicemente ti incuriosisce l’argomento, ti consiglio di leggere i tre punti.

Frena la vanagloria

Controlla il tuo istinto di fare le cose in grande invece di farle bene.

Lo so, sei orgoglioso del tuo progetto e vorresti realizzarlo in pompa magna, sbalordendo le persone durante l’inaugurazione, ma fai attenzione a non investire troppo solo allo scopo di nutrire il tuo ego. L’inaugurazione dura un giorno, il tuo business deve funzionare per molti anni.

Il lampadario in pelle di canguro, i rivestimenti delle docce in ceramica disegnata a mano da un artista turco, le poltrone di Fendi in sala d’attesa possono fare la differenza se apri a Dubai e il tuo target di clienti è formato da uomini d’affari e sceicchi, non se apri in provincia di Biella.

In tal caso tieni sotto controllo l’investimento iniziale, scegli materiale di buon gusto mixando sapientemente funzionalità e durevolezza. Non risparmiare sull’attrezzatura acquistando da fornitori che fanno del prezzo l’unico vantaggio competitivo e non acquistare attrezzi solo perché piacciono a te.

Se proprio ti vuoi togliere uno sfizio, acquista pure una lat machine, ma ti prego di nasconderla nel sottoscala e non farla rientrare nel budget. Considerala come un acquisto personale.

Fatti aiutare

Essere un ottimo trainer, saper fare bene il tuo lavoro, entrare facilmente in empatia con le persone sono caratteristiche positive che, ahimè, non ti fanno entrare di diritto nella categoria degli imprenditori efficaci.

Quando avrai il tuo centro dovrai, prima di essere un buon tecnico, comportarti da imprenditore e, se non l’hai già fatto, dovrai imparare a farlo. 

Ti assicuro, in Italia può essere più impegnativo che altrove, ma le possibili prospettive sono migliori di quelle di un semplice collaboratore sportivo.

Analizza le tue competenze e compensa le aree carenti affidandoti a consulenti seri e specializzati, oppure affidati a società che si occupano di offrire in licenza un marchio e servizi strutturati in cambio di un canone mensile. In questo modo gran parte del lavoro è già stata fatta, ti costerà una cifra ragionevole, eviterai errori e potrai concentrarti sui clienti e sulla produzione.

Gli argomenti di cui dovrai diventare esperto sono molti, non sottovalutare l’importanza dei seguenti temi per la tua nuova attività:

  •  Regimi fiscali e fatturazione
  • Credito e finanziamenti
  • Vendita
  • Marketing (che non è la pubblicità sui social)
  • Gestione del personale
  • Comunicazione e leadership

Fatti aiutare o mettiti a studiare.

Cerca l’occasione immobiliare

Quando individui i locali non ti accontentare della prima, soddisfacente proposta. Guardati intorno, esplora, parla con la gente e cerca l’occasione. Crea una lista delle caratteristiche che deve avere l’immobile e ricorda, salvo che tu non sia il proprietario di un capannone sfitto da anni che intendi portare a rendita, non accontentarti.

Sii coerente con l’idea di trovare il locale giusto per il tuo business e non costruire la Functional Boutique dentro il primo locale che ti capita. Fai in modo che la tua motivazione tesa ad accelerare i tempi d’apertura non diventi il cavallo di Troia attraverso il quale scaltri agenti immobiliari possano appiopparti immobili inadatti destinati a compromettere negativamente il tuo progetto.

Se i locali sono tuoi, hai un vantaggio sugli altri ma evita l’errore di non considerare i costi e di togliere l’affitto dai guadagni. 

Evita questi atteggiamenti come la peste e persegui i tuoi sogni.

Share:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Table of Contents

On Key

Related Posts

RiminiWellness 2021

Torniamo a sorridere Il 26 settembre si è vista la conclusione dell’edizione 2021 di RiminiWellness.  L’evento ha riscosso un grandissimo successo, quasi inaspettato date le